PARTICOLARI

In questo post parlo della cura con cui confezioniamo  le nostre scarpine per neonato così come tutti gli altri nostri articoli.

L’importanza dei dettagli.

Per noi i dettagli sono fondamentali, la cura che mettiamo nel confezionare i nostri articoli coinvolge tutti i campi della produzione, dalla scelta dei materiali fino alla confezione del pacchetto da consegnare all’acquirente, passando dall’attenzione con cui  ne cuciamo l’esterno come l’interno. Fa parte della nostra filosofia: se una cosa è bella solo fuori non vale poi molto, come nelle persone..non credete anche voi?
particolare di porta ciuccio

Nella fotografia il particolare di un porta ciuccio. La farfallina origami è fissata a mano con piccoli punti e in 3 diverse posizioni in modo da essere sicuri che le piccole manine non riescano a staccarla.

Per vedere altri articoli Modello Unico e per acquisti visita il nostro shop cliccando qui.

 

Augurando a tutti una Serena Pasqua vi ricordo gli appuntamenti in cui potrete vedere e toccare con mano i  nostri articoli. Buona giornata mondo!!

29572340_1612508712203506_3076252843310844097_n

Sciarpe handmade -Atmosfere danesi-

Verso la metà di  settembre sono andata a trovare mio figlio e la sua compagna il Danimarca. A parte la smisurata voglia di vederlo (cuore di mamma) ero molto curiosa di scoprire una nazione di cui non sapevo nulla.

Per cui con una sciarpa nella valigia… visto il clima nordico, io e la mia compagna di viaggio Lucia siamo partite.14469482_1074552975999085_393339144850215110_n

 

Per info e acquisti contattaci, ti risponderemo entro brevissimo tempo!
Shop: ModelloUnico

 

 

 

Voi come ve la immaginate la Danimarca? Io la pensavo una landa desolata spazzata dal vento e con temperature gelide in tutti i periodi dell’anno, con uomini barbuti e donne biondissime….. forse ho visto troppi episodi del Trono di spade O_O !!

A parte gli scherzi, la Danimarca è bella! Copenaghen è multi etnica, accogliente, ordinata e pulita. I danesi sono molto disponibili e gentili, tutti parlano l’inglese…. e meno male!!!! Il danese parlato è incomprensibile.

Ho a passato dei giorni piacevolissimi in compagnia di Lucia Anna e Marco, respirando l’hygge: il modo rilassato e  piacevole che hanno i danesi nelle stare insieme che si riflette anche nell’arredamento delle loro case e in particolare della zona living.

Una delle cose  che mi ha colpita sono le finestre delle case, tutte senza tende e con i davanzali interni arredati da fiori, piante e piccole sculture di ceramica che invogliano, anche se ti senti un po’ un guardone, a spiare all’interno per verificare che il senso di accoglienza che trasmettono continui anche all’interno.

Per cui ciao Danimarca, penso che ci rivedremo presto…d’altra parte ho lasciato lì un pezzo del mio cuore!

22552329_2013100075373340_6955748590645407162_n

 

 

 

 

p.s. nei 5 giorni di permanenza non è piovuto nemmeno una volta, il clima di settembre era come a ottobre da noi….la sciarpa è rimasta nella valigia.

FASCE PER CAPELLI FATTE A MANO -TANTE, TANTE COSE DA FARE –

Le fasce per capelli handmade by Modello Unico, oltre il confezionamento cosa c’è dietro?

Oggi al via la sessione fotografica per gli articoli Modello Unico, ovviamente, rigorosamente e forzatamente home made.

Ma prima facciamo un passo indietro. Abbiamo cominciato questa primavera a confezionare le fasce per capelli, dapprima sottili, giusto un filo colorato tra e capelli e via via, su richiesta, sempre più alte per farle diventare un vero e proprio accessorio moda.

download

Il grosso problema è stato, fin dall’inizio , come presentarle. Abbiamo provato in vari modi ma nessuno ci soddisfaceva fino in fondo.

Così ci siamo armati di pazienza e abbiamo cominciato a cercare su internet delle teste con sembianze femminili per valorizzarle al meglio. Dopo aver provato diverse parole chiave finalmente abbiamo trovato ciò che cercavamo con un giusto compromesso qualità prezzo.

Non volevamo le teste per parrucchieri, quelle rosa con occhi e bocca truccati che sembrano uscite da “Carrie la bambola assassina” e che ci fanno venire in mente il piccolo attore del film “Il sesto senso” quando piangendo dice: -Vedo la gente morta!!!!- PAAAAAURAAAA……..

Abbiamo optato per qualcosa di molto neutro, lo volevamo leggermente più artistico ma ahimè, il nostro budget non lo permetteva 😛

Ora iniziamo con le fotografie! Yuppy!

21230954_1960531123963569_1696441334385224359_n

Prima vediamo che sfondo si addice, meglio chiaro o scuro? Chiaro.

Montiamo il fondale, lo so vi farò ridere ma non abbiamo trovato di meglio che mettere 2 sedie sul tavolo e appoggiare allo schienale un lenzuolo bianco e poi, forza… metti una fascia, fotografa, almeno 2 foto per modello ed essere sicuri di averne almeno una giusta, e poi metti fotografa e togli, metti fotografa e togli, così per almeno 20 modelli.

Fase successiva: guardiamo le fotografie una ad una e regoliamo luminosità e contrasto, tagliamo i bordi , ridimensioniamo, salviamo, facciamo dei collages, prepariamo il post per instagram ed infine, ora, scriviamo l’articolo per il blog.

Anche questo deve fare chi crea….

21150225_1960532713963410_4575737097943836480_n

Dal diario di una creativa.

Per info e acquisti contattaci, ti risponderemo entro brevissimo tempo!

Shop: ModelloUnico

Sono selvatica!

Sì, sono giunta a questa conclusione, sono selvatica! Ma non nel senso di rozza  o scontrosa. Sono una persona solitaria , in genere, preferisco stare sola. La solitudine non mi pesa, preferisco stare con le persone per scelta e non per bisogno, preferisco scegliere e non essere scelta. Non mi piacciono le smancerie e posso risultare fredda.

Ma dentro so che ho un cuore generoso, il mio comportamento forse è un retaggio della mia terra, l’ho già detto,  dove si dimostra il bene con i fatti e meno con le parole. Mi piace coltivare l’interiorità, le cose devono avere un interno curato e questo so di trasmetterlo nelle cose che creo.

Devi avere la pazienza e la voglia di scoprire cosa c’è dentro, guardarmi per bene e non solo vedermi, devi scoprire cosa sento e cosa voglio trasmettere altrimenti passa oltre, non siamo compatibili, cerchi altro.

Mi piacciono gli animali selvatici, come i felini o le volpi che sanno stare da soli ma quando decidono di scegliere il prprio branco o un umano da amare sono capaci di tenerezze infinite.

Mi piacciono i luoghi selvatici dove la natura ha il sopravvento come l’isola di Favignana, con la gente schiva e un po’ sospettosa ma se decide di aprire il suo cuore si fa in quattro per te.

Oppure la città di Trapani dove tutto sembra rozzo se guardi l’insieme ma se vai al cuore, guardi il centro, ti accorgi di quanto sia ricca di cultura e di storia.

 

Io, cerco la bellezza, in ogni cosa, cerco di celebrare l‘unicità e la meravigliosa individualità di ogni persona.

 

Ma non cerco la bellezza evidente o la graziosità data da abbellimenti vari, da pizzi e merletti, cerco la bellezza dell’essenziale, fatta da materie prime scelte con cura e da una lavorazione curata nei minimi dettagli.14725645_1081394391981610_7322101982058463756_n.jpg

Cerco, cerco, cerco e ascolto, mi piace ascoltare e non solo le parole, mi piace “ascoltare” gli sguardi e i gesti che sempre svelano più delle labbra che si muovono.

Se mi conosci un pochino e hai letto già qualcosa di me, sai che quando creo tutto parte da una storia, che ho vissuto o magari solo immaginato, ma ci deve essere….perchè è la storia che rende uniche le cose…

Papillons handmade per il giorno più importante – L’Amore conta! –

In barba a quelli che dicono di non sbilanciarsi e di non prendere posizioni! Sono fiera consapevole e orgogliosa di dire come la penso!

Perché siamo tutti persone venute al mondo per amare ed essere amate e l’amore non ha razza, non ha specie, non ha genere.unconventional

La più grande prova d’amore è il rispetto.
#modello_unico #unconventional #papillon  #artigianato #madeinitaly #trendy #fashion #instafashion #instabrescia #fattoamano#handmade #madewithlove #atelier #brescia #wedding #accessories#farfallino #trendyman #unionicivili #pezzounico

7 dicembre: Natale sei tu! — MAISIU’ di Teresa Cavezza

Approfitto della bellezza di questo articolo e  lo porto con me . Grazie Terry!!

“Il Natale di solito è una festa rumorosa: ci farebbe bene un po’ di silenzio per ascoltare la voce dell Amore. Natale sei tu, quando decidi di nascere di nuovo ogni giorno e lasciare entrare Dio nella tua anima. L’albero di Natale sei tu quando resisti vigoroso ai venti e alle difficoltà della vita. Gli […]

via 7 dicembre: Natale sei tu! — MAISIU’ di Teresa Cavezza

IL MONDO DEL FATTO A MANO

Siete una di quelle meravigliose persone che hanno le mani e soprattutto la testa che non riesce a stare ferma un’attimo? Vi piace creare qualcosa con le mani, cose preziose che non potrete mai trovare nei negozi perchè sono fatte con cura certosina per i dettagli e sono sempre uniche, simili magari, ma non esattamente ripetibili?

Buongiorno creative!!!

Ma chi è una creativa? E’ una persona che da una fotografia, un materiale, una frase buttata lì riesce a vedere il progetto e una cosa  materialmente realizzata, e quando ha uno spunto creativo prova, prova e prova ancora.

Prova fino a che l’idea che ha in testa si rispecchia perfettamente con l’articolo che tiene tra le mani, oppure  si ferma quando il risultato diventa ancora migliore dell’idea che aveva in testa perchè provando e riprovando  si accorge di tante piccole cose che possono renderlo ancora migliore di quello a cui aveva pensato.

Si va bene, ok e adesso?????…….Un regalo ad un’amica o a una parente , a volte gradito e a volte meno perchè purtroppo non tutti sanno vedere cosa c’è dietro un articolo autoprodotto.

In seguito, quando una creativa crede in quello che fa cominciano altri tentativi: dove posso pubblicizzarmi e come, dove posso vendere le mie creazioni,  a che prezzo dovrei vendere le mie creazioni( credetemi, parlo per esperienza, questo aspetto importantissimo ha una difficile soluzione) e poi sono comunque in regola dal punto di vista fiscale, come organizzo il lavoro per renderlo produttivo, avrò uno stile proprio mio che mi rende riconoscibile?

Quante domande!!sogna

A questo punto si devono passare ore e ore su internet per capirci qualcosa e sperare di trovare soluzioni appropriate ai propri quesiti. Affidarsi a qualche associazione che raggruppa creativi che hanno più esperienza ( quella di cui faccio parte io è L’Infinita Mente Crea  e, questo è il mio consiglio,  affidarsi ad una realtà che è nata da poco tempo ma che è un concentrato di informazioni e competenza che a mio avviso è il top in questo meraviglioso e variegato mondo.

La CREATIVE BUSINESS SCHOOL ITALIA 

Le fondatrici di questa scuola sono Gabriella Trionfi, Maria Rita Macchiavelli e Carmen Fantasia, tre Super Creative che sapranno indirizzare e consigliare nel campo gestionale, stilistico e fiscale,  tutte quelle che come me non sapevano che pesci pigliare per realizzare il sogno di far diventare la loro passione un vero lavoro. Personalmente ho partecipato al Workshop  di Gabriella Diventa imprenditrice creativa  che mi ha aperto un mondo nuovo, ponendomi in discussione rispetto a quello che creo e facendomi conoscere degli aspetti importantissimi nello sviluppo del mio progetto dei quali ignoravo completamente l’esistenza. Di strada ne ho ancora molta da fare ma una cosa la posso dire, alla domanda di Gabriella dopo l’ultima lezione su come mi era sembrato il workshop , ho risposto che il workshop mi aveva “riaccesa”(capisciammè! :)).

logo-creative-business-school-550x498

Per cui date un’occhiata alla proposta della CREATIVE BUSINESS SCHOOL ITALIA, troverete le risposte a tutte le vostre domande e anche di più e vi farà risparmiare un mare di tempo , e il tempo è denaro!

 

I creativi

Oggi affido il mio pensiero ad un’amica creativa: Antonella Guerreschi de I Colori di Glicine che ha saputo esprimere magnificamente un pensiero che ci accomuna tutte. È vero, la strada è lunga e difficile ma noi siamo testarde  come pochi!!! Sappiamo che far realizzare i sogni costa fatica, ma ci crediamo e non molliamo MAI!!!!

“Sono tre anni che provo a fare della mia passione per l’uncinetto il mio lavoro e quindi sono tre anni che mi sono catapultata in questo mondo fantastico, dove ho conosciuto persone meravigliose , grandi artiste.Di natura curiosa ho voluto capire questo mondo e chi ne faceva parte non fermandomi alla prima impressione , volevo capirlo bene e vorrei oggi condividere con voi le mie considerazioni : per noi creativi non esiste una categoria protetta da alcun sindacato o ente , non abbiamo aiuto alcuno , nessun tipo di tutela, contributi , aspettative, ferie, sconti , qualcuno può dire voi non pagate le tasse , non è vero se si sfiorano i 5000 euro annui dobbiamo farlo e con tutto il piacere , ma pur se bravi sono pochi i creativi che arrivano a quella somma ma nemmeno alla metà e sapete perchè? perchè ad un buon prodotto fatto a mano con materiali di buona qualità si preferiscono prodotti cinesi di pessima fattura e di qualità inesistente e per noi? soddisfazioni si, ma anche frasi sgradevoli alle quale rispondi con un sorriso che ti impone l’educazione che ti è stata impartita , ma che ti lascia l’amaro in bocca perche ti rendi conto che ciò che fai con amore non è apprezzato allora voglio dirvi chi è un creativo : il creativo è una persona che lavora un tot di ore indefinito , di notte di giorno , nei week end , nelle feste questo perchè di giorno fa la mamma , il papà , la collaboratrice domestica o si spezza la schiena in fabbrica e poi torna a casa e ricomincia a lavorare per rimanere onesto , per poter pagare le tasse , le bollette per sbarcare il lunario e allora che fai ? scegli la lana , il filo , le pietre , le stoffe migliori per creare qualcosa di unico e inizi a cucire ,sfilare , ricucire rincollare , ti pungi , ti bruci, ti tagli, piangi se ritieni il tuo lavoro imperfetto e allora seppure stanca seppure ti bruciano gli occhi ricominci di nuovo , poi arriva il momento peggiore per noi decidere il prezzo , quello che hai davanti è una tua creatura che ami ,sai che è perfetta , di ottima qualità , sai che il periodo è difficile per tutti e allora decidi un prezzo ONESTO e vi assicuro che sentirsi dire “dai cinesi lo pago meno” “è un lavoretto” magari è un cuoricino dove ci hai cucito a mano 100 perline (non è un lavoretto è un mega lavoro) , vedersi contattata su facebook con una frase tipo “prezzo?” senza un buongiorno senza poi una risposta anche negativa , è MANCANZA di rispetto per il nostro lavoro e per noi come persone ; Quando avete a che fare con un creativo avete a che fare con una persona , una persona sensibile , una persona a cui basta un brava, un grazie, un ciao il creativo MERITA rispetto , considerazione , apprezzamento come qualsiasi altro lavoratore , il nostro non è un passatempo è il nostro lavoro che amiamo e questo RISPETTO ce lo DOVETE. GRAZIE “

PORTA AGENDE, APPUNTI E RITI QUOTIDIANI

14591757_1080233545431028_4177477507556354869_n

Un porta agenda personalizzato, unico e fatto a mano per prendere nota di tutti i tuoi progetti ed i tuoi sogni e non correre il rischio di dimenticarsene qualcuno.

Tempo per se! Che belle che sono queste parole!

Tutti i grandi luminari parlano di quanto sia importante riuscire a ritagliarsi del tempo per se, certo non sempre è possibile. Ci sono giornate talmente piene che a malapena c’è il tempo di fare le cose che si DEVONO FARE, figuriamoci pensare di potersi dedicare un po’ a se stessi.

In altre facendo i salti mortali o solo perchè si sente proprio il bisogno di staccare si riesce a godere di quell’oretta che ci rasserena con il mondo. Dedicando un po’ di tempo a noi tutta la giornata ci sembra più leggera.

C’è chi si prende il suo tempo prima o dopo il lavoro e lo occupa per fare sport (benedette queste persone, fanno lavorare me :P!). Altri si prendono tempo per leggere un buon libro o per fare una passeggiata.

Io , il MIO TEMPO, me lo prendo la mattina. Alle 5,30 (si lo so, qualcuno inorridirà ma non è così male, dopo un po’ ci si abitua..) mio marito esce per andare a lavorare ed io inizio il mio rito quotidiano.

Colazione, televisione accesa per ascoltare le notizie del mattino, computer portatile sulle ginocchia, gatto accoccolato vicino.

Mezz’ora e qualche volta anche di più per controllare il blog e scriverci, social, mail, un’occhiata a Pinterest per ispirarmi non manca mai, una chat veloce con qualche matta che si alza presto come me e poi, via , la giornata inizia….

Certo, il fascino di scrivere le cose su un diario non ha paragoni, ma la tecnologia ha i suoi vantaggi 🙂

Buona giornata a tutti.